Metodo Tabata

Il metodo Tabata è un tipo di allenamento che nasce negli anni Novanta da uno scienziato giapponese. In particolare, il suo obiettivo era quello di migliorare le prestazioni di esercizi aerobici e anaerobici.

Nello specifico, il metodo Tabata consiste nell’esecuzione di più ripetizioni dell’esercizio alla massima intensità. Le ripetizioni devono essere non inferiori a sette della durata di venti secondi ciascuna, e tra l’una e l’altra sessione sono concessi circa dieci secondi di riposo passivo. Ovviamente il protocollo Tabata può essere eseguito solo dopo un opportuno riscaldamento.

Metodo Tabata: come funziona

Gli esercizi del metodo Tabata devono essere necessariamente svolti ad alta intensità, e intervallati da brevi pause. La sua caratteristica principale è quella di aumentare la frequenza cardiaca fino a raggiungere i massimi livelli sostenibili, stimolando quindi sia il metabolismo aerobico, che quello anaerobico. Le brevi pause, invece, dovrebbero permettere al corpo di recuperare, seppur in maniera incompleta. In questo modo, però, si smaltisce solo parzialmente l’acido lattico accumulato.

L’allenamento dovrebbe durare complessivamente circa quattro minuti escluso il riscaldamento, ma dovrebbe far consumare le calorie di un allenamento di trenta minuti. Questo perché alternando rapidamente la fase di sforzo a quella di recupero si accelera la combustione del grasso corporeo.

Gli esercizi per il protocollo Tabata

Il metodo Tabata prevede un periodo medio-breve di riscaldamento prima di cominciare con le ripetizioni. Il riscaldamento deve essere di tipo aerobico, e per una durata non inferiore ai 10 minuti.

Dopo essersi riscaldati a sufficienza, è possibile procedere con le ripetizioni, che comprenderanno esercizi anaerobici, ovvero squat, burpees, flessioni e addominali. Nell’arco di circa venti secondi si devono fare quanti più esercizi si riescono a fare alla massima intensità.

Facciamo di seguito un esempio di allenamento con metodo Tabata:

  1. Riscaldamento aerobico per 10 minuti
  2. Quanti più squat si riescono a fare in venti secondi alla massima intensità (aiutandosi con pesi e facendoli più veloce possibile).
  3. Riposo passivo di 10 secondi
  4. Ripetere le fasi 2 e 3 per altre sette volte.

La durata totale del ciclo, comprendendo anche il riscaldamento, sarà di circa quindici minuti.

Metodo Tabata: benefici

Il metodo Tabata è un particolare metodo che permette di bruciare più grassi del normale. Attraverso questo particolare tipo di allenamento, infatti, i grassi bruciati corrispondono a quelli di un allenamento di media intensità prolungato per trenta minuti. Studi scientifici hanno dimostrato che, sollecitando le pulsazioni ai massimi livelli, il corpo richiede più energia di quel che farebbe in situazioni di normale attività fisica.

Per questo motivo, terminati rapidamente gli zuccheri, il corpo comincia a bruciare i grassi anche dopo aver terminato l’allenamento. Non vi sono invece particolari differenze per quanto riguarda, invece, il miglioramento delle prestazioni di resistenza.