Felice Centofanti

Ci sono giocatori di calcio, come Felice Centofanti, che hanno passato la storia, e che se anche il tempo passa non vengono dimenticati. Hanno scritto la storia del calcio e hanno toccato i cuori dei loro fan. Felice Centofanti, in particolare, è stato un giocatore dell’Inter, con il ruolo di terzino di fascia sinistra.

Nonostante il ruolo, ha portato un contributo importante nella storia della squadra, tanto da aver fatto emozionare gli spettatori di tutte le generazioni. Oggi, l’ex giocatore è un personaggio televisivo, e nello specifico un dirigente sportivo.

Felice Centofanti: biografia

Felice Centofanti nasce il 23 maggio 1969 a Teramo. Cominciò la sua carriera calcistica in squadre di categoria inferiore, come il Teramo, il Verona, Jesina, Barletta e Nola. Cominciò poi a giocare in squadre di serie B, come nel Palermo, dove nel ‘92 segnò 8 gol nel corso di ventotto partite.

Passa poi all’Ancona dove riuscirà a segnare un gol nella partita contro la Juventus. Cominciò a lavorare nell’Inter solo nel 1995, e con questa giocherà nove partite in serie A, tre in Coppa Italia e una in Uefa. Tornò comunque in serie B nell’anno successivo, Segnando diversi gol con il Genoa. Nel 2004 terminò la sua carriera con il Bassano, e nel 2011 fece un ritorno momentaneo nella squadra Sannicolese di Terza Categoria Abruzzese.

La vita dopo il ritiro dal calcio

Dopo essersi ritirato dal calcio, continuò ad interessarsene, facendo polemica nei confronti della gestione delle squadre, o del calcio moderno. Nel 2005, infatti, fu ingaggiato da Striscia la Notizia come inviato sul calcio, occupandosi in particolare di servizi sportivi e sul calcio. Diventa inoltre dirigente sportivo dell’Ancona, e nel 2009 ricopre il ruolo di direttore generale del San Marino.

Felice Centofanti oggi

Felice Centofanti abbandona la carriera da calciatore ammettendo che il calcio non gli piace più, che la sua idea di calcio non corrisponde a quella del calcio moderno. Ecco perché, col suo atteggiamento esuberante, comincia a fare polemica sul calcio moderno, e a criticare le scelte dei vari dirigenti sportivi.

Durante la sua carriera con Striscia la Notizia nasce il suo celebre motto “Felice Centofanti mette a posto tutti quanti” proprio per sottolineare questa sua vena polemica, nonché questo suo allontanamento dal mondo del calcio moderno. Oggi, Felice Centofanti è completamente estraneo dal mondo del calcio, e si gode i trionfi della figlia Martina, Ginnasta Azzurra, nella nazionale italiana della danza ritmica.