Verdure contenenti proteine

Per la nostra salute è importante mangiare cose genuine e limitare l’assunzione di cibo spazzatura. La nostra dieta dovrebbe includere proteine sia animali che vegetali per ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. Le verdure contenenti proteine sono quindi una componente importante della nostra alimentazione.Le proteine vegetali offrono numerosi benefici al corpo, come la riduzione della pressione sanguigna, e dei valori di colesterolo e trigliceridi.
Come tutte le verdure, anche quelle contenti proteine sono ricche di vitamine e sali minerali, e fungono da valido sostegno per il sistema immunitario.

Sono ottime anche per l’attività fisica, in quanto partecipano insieme alle proteine animali alla formazione della massa muscolare.

Verdure che contengono proteine: quali sono? Quali me contengono di più?

Quali sono le verdure che contengono proteine? Quando si parla di proteine vegetali si pensa subito ai legumi, credendo che ne siano l’unica fonte. In realtà non è proprio così, e lenticchie e fagioli sono soltanto due dei numerosi alimenti che contengono proteine.

Le proteine sono contenute anche nei broccoli, ricchissimi allo stesso tempo di antiossidanti, nel cavolo, e nel cavolfiore.

In minima parte le si può trovare anche nelle patate, nei carciofi, negli asparagi, e nei peperoni. Ovviamente, quelli che ne contengono di più sono broccoli e legumi. Tra i legumi più ricchi di proteine vi sono i piselli, le lenticchie, i fagioli cannellini, fagioli borlotti, e i ceci.

Anche la Quinoa è ricca di proteine vegetali, e può essere utilizzata per preparare squisiti piatti vegani. I cereali e gli pseudocereali come la Quinoa, infatti, sono un’altra fonte principale di proteine vegetali.

Proteine vegetali: come assumerle?

Per una dieta salutare dovremmo mangiare cinque porzioni di verdure al giorno. Due di queste dovrebbero contenere proteine vegetali per sostenere il corpo, soprattutto se si segue una dieta vegetariana o vegana.

In quest’ultimo caso vi è la possibilità di assumere le proteine vegetali anche sotto forma di integratore alimentare. Questi, però, non devono sostituire le verdure contenenti proteine, ma devono semplicemente integrarle quando non se ne assume a sufficienza.

Queste verdure devono essere consumate cotte. Tuttavia, durante il processo di cottura vanno persi un po’ di nutrienti che le compongono. Pertanto, è bene preferire una cottura al vapore, oppure lessarle in acqua bollente.

Se si segue una dieta onnivora, è sempre meglio non mescolare le verdure con proteine vegetali a carne e pesce. Mescolando diversi tipi di proteine, infatti, il corpo potrebbe impiegare più tempo del dovuto per scomporle e digerirle.