scuola

La metodologia didattica per la scuola secondaria attualmente in uso prevede l’interdisciplinarietà, ovvero il coinvolgimento dinamico in più discipline. Molte scuole utilizzano anche un metodo laboratoriale, coinvolgendo quindi i discenti in attività di laboratorio in modo da fissare al meglio i concetti.

Scegliere la metodologia didattica giusta è importante al fine di fornire agli studenti una visione globale del mondo.

La didattica di base, quindi, deve essere necessariamente integrata con metodologie di apprendimento al fine di fissare al meglio i concetti appresi sui libri.

La metodologia didattica utilizzata per la scuola secondaria può essere di tipo: collaborativo, laboratoriale, interdisciplinare, e cooperativo.

Metodologia didattica scuola secondaria: l’approccio collaborativo

L’approccio collaborativo delle scuole secondarie prevede che i discenti vengano suddivisi in piccoli gruppi di lavoro, dove vi siano elementi più produttivi con casi più pigri o con difficoltà.

All’interno del gruppo, ogni elemento deve dare il suo contributo.

La metodologia è piuttosto efficacie in quanto gli studenti meno attivi impareranno grazie ai discenti più meritevoli. Allo stesso tempo, questi ultimi impareranno a lavorare in squadra, e a essere una guida per gli altri.

L’approccio cooperativo

A differenza del metodo precedente, l’approccio cooperativo prevede che i discenti collaborino insieme a partire dalla procedura e metodologia di lavoro.

In questo caso i gruppi di lavoro sono omogenei, e più o meno affiatati. All’interno del gruppo, infatti, vi devono essere le condizioni adatte per cooperare.

Grazie a questo metodo i ragazzi imparano: l’interdipendenza positiva del gruppo, la responsabilità personale, e la competenza sociale.

Metodologia didattica scuola secondaria: approccio laboratoriale

Attraverso questa metodologia il discente impara a verificare con mano ciò che ha appreso a livello di teoria.

L’utilizzo di laboratori dà al ragazzo la possibilità di praticare ciò che ha appreso, e quindi di prepararsi al meglio per il futuro.

Gli allievi sono spinti ad avere un atteggiamento positivo nei confronti dell’apprendimento, in quando l’esperienza pratica è più stimolante della sola teoria.

Questo metodo promuove inoltre la collaborazione, in quanto può essere abbinato ad un approccio collaborativo.

Metodo interdisciplinare

Questo metodo coinvolge in modo interattivo più discipline, in modo da dare una visione più ampia e globale del mondo.

Durante lo studio di discipline sociali, quindi, si prendono in considerazione anche ambiti storici per comprendere meglio quella determinata società.

Un buon esempio è abbinare la geografia alla storia di quel particolare luogo, o a fatti di attualità.

Il discente impara quindi ad avere una visione d’insieme prima di trarre delle conclusioni.