La discarica di Roncigliano Albano si è ritrovata spesso al centro delle scene mediatiche a causa del vasto incendio e dei pericoli da sempre sottolineati per la salute dei cittadini. A seguito dell’incendio esploso nel 2016 la discarica è diventata oggetto di curiosità e opere di bonifiche.

Discarica Roncigliano di Albano: caratteristiche e storia

La discarica di Roncigliano di Albano si trova nel comune di Albano Laziale in provincia di Roma. Il sito è stato da sempre noto per la sua associazione con la discarica di Malagrotta. L’apertura della discarica di Roncigliano di Albano è avvenuta illegalmente rispetto a quanto previsto dalle norme di legge, nel corso degli anni Ottanta.

Successivamente alla sua messa in opera alla discarica venne concessa la legalità necessaria per operare sotto un massimo di sei invasi, data la presenza delle numerose colture viti-vinicole nelle aree circostanti. Nel periodo del dicembre del 2007 tuttavia è emersa la notizia a riguardo della settima costruzione di un invaso, in concomitanza con la decisione di trasformare il sito in un inceneritore per rifiuti.

Sotto l’intenzione di chiudere la discarica di Roncigliano di Albano e di quella di Malagrotta, in favore della costruzione di un nuovo inceneritore, si sono susseguite diverse manifestazioni cittadine. Il Comitato istituito in seguito assunse la denominazione di ‘No inceneritore, Coordinamento contro l’inceneritore di Albano’. 

Da parte della regione Lazio era stato presentato un progetto per la riqualificazione della discarica in una centrale elettrica alimentata da gassificatore dei gas di scarico, ricavati dall’inceneritore dei rifiuti, contro le perplessità espresse anche dal WWF. Nel 2008 è stata eretta una recinzione per delimitare la discarica da parte del CoEMa, consorzio costituito da AMA, ACEA e Pontina Ambiente. Il progetto per la realizzazione dell’inceneritore è stato bloccato in via definitiva dalle decisioni del TAR nel 2010.

L’incendio in discarica del 2016

Il 30 giugno del 2016 all’interno della discarica di Roncigliano di Albano è esploso un incendio intorno alle ore 18. A domare le fiamme sono sopraggiunti i soccorsi dei Vigili del Fuoco e Protezione Civile, insieme alle varie forze dell’ordine e al 118. L’incendio ha richiesto il lavoro in team dei soccorritori fino alle prime luci dell’alba del giorno 1 luglio, mentre l’l’ARPA Lazio ha proceduto alle varie rilevazioni all’interno dei corsi d’acqua presenti.

Nelle dichiarazioni successive non sono state rilevate tracce di danni ambientali consistenti, accatastando per giorni i rifiuti all’interno del piazzale adiacente. Le condizioni della discarica di Roncigliano di Albano si trovano attualmente incerte e in disuso.