Calabria

Molte città italiane e straniere sono famose per i loro prodotti e piatti tipici, anche per questo motivo si viaggia, soprattutto quando si è vicini a qualche festività come Natale, Pasqua e la festa di Ognissanti.

Oggi parleremo di un dolce molto tipico del sud Italia, precisamente della regione Calabria, che si chiama “cuzzupa”.

Questo dolce viene preparato solitamente nel periodo pasquale perché bisogna aggiungere l’uovo sodo, simbolo di rinascita, ecco quali sono gli ingredienti principali per farla a casa.

Ecco come preparare questo dolce tipico calabrese

Gli ingredienti principali per questo dolce sono questi elencati:

  • 500 g di farina 00,
  • 40 g di latte fresco intero,
  • 100 g di burro (a temperatura ambiente),
  • 225 g di zucchero,
  • 1 bustina di lievito per dolci,
  • 3 uova medie (a temperatura ambiente),
  • 1 tuorlo,
  • Scorza di un limone non trattato,
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia,
  • 1 pizzico di sale.

Per la glassa che va messa sopra la cuzzupa occorre:

  • 30 g di albume,
  • Succo di un limone,
  • 100 g di zucchero semolato.

Per la decorazione finale:

  • Zuccherini,
  • 3 o 4 uova sode senza buccia.

Procedimento

Prendere una ciotola capiente e profonda, se si ha la planetaria usare la frusta a foglia, per prima cosa aggiungere il burro, la scorzetta del limone, la vaniglia, lo zucchero ed il latte, inizialmente amalgamare questi tra di loro e quando si sarà formata una crema liquida aggiungere le uova una alla volta.

Quando l’impasto si sarà amalgamato aggiungere la farina setacciata (questo è un ottimo trucco per evitare che si formino grumi) e anche il lievito, impastare di nuovo finché l’impasto non sarà omogeneo e anche un po’ appiccicoso.

Sul piano della cucina stendere uno o più veli di pellicola trasparente e trasferire l’impasto lì, poi chiuderla con la pellicola e, se si è più comodi, metterla dentro una ciotola e lasciarla riposare in frigorifero per circa un’ora.

Anche questa fase di riposo è molto importante per l’impasto perché così si potrà lavorare meglio durante la formazione del dolce e le varie forme che si faranno resisteranno.

Intanto preparare la glassa che servirà per ricoprire il dolce sulla superficie.

In una ciotola mettere gli albumi d’uovo e sbatterli con la frusta elettrica (oppure lasciare questo compito alla planetaria) fino a che non diventeranno bianchi, aggiungere poi lo zucchero semolato, il succo di limone e poi azionare di nuovo la frusta per farli a neve, ovvero quando gli albumi diventano spumosi e densi.

Coprirli con la pellicola e lasciarli riposare in frigo anch’essi.

Quando l’impasto principale sarà pronto dividerlo in tre parti uguali, per aiutarsi usare anche una bilancia, devono essere circa pezzi di 25 g l’una.

Impastarli uno alla volta, per sicurezza metterli già su un foglio di carta forno, formare la classica forma a tubo lungo lunghi circa 50 cm, partendo dalla metà, incurvarla verso il basso e iniziare a formare una specie di treccia con due pezzi, se viene troppo lunga tagliarla e impastarli insieme per creare un altro tubo di impasto per rifare la stessa forma.

Oppure formare dei tubi lunghi con i tre impasti diversi, unirli all’inizio e fare una vera treccia a tre lacci, e poi creare una ciambella unendo l’inizio e con la fine, poi in alcuni punti mettere le uova sode e con dell’impasto avanzato formare dei piccoli lacci e legare l’uovo facendo sopra una croce.

Quando sia l’impasto che i vari pezzi saranno finiti spostare la carta forno su una teglia e aggiungere sopra la glassa con gli zuccherini e metterla in forno preriscaldato a 180° per circa 35 minuti.

In realtà la glassa si può mettere anche dopo che il dolce è pronto, lasciarla raffreddare e servirla a fine pasto pasquale.