Alla ricerca di Nemo è uno dei gioielli Pixar più amati da grandi e piccini. Il suo successo è dovuto non solo alla sua straordinarietà visiva vivace e simpatica, ma anche alla sua trama meravigliosa e pregna di significato morale, condita da teneri rapporti d’amicizia e di amore tra padre e figlio.

La trama

La storia inizia quando Marlin e Carol, due pesci pagliaccio innamorati, si ritrovano in attesa della schiusa delle numerose uova deposte da Carol. I loro progetti di vita familiare, però, vengono distrutti dall’aggressione di un barracuda che uccide Carol e tutta la prole, ad eccezione di un solo una delle uova che viene solo un po’ danneggiata.

Marlin, distrutto dal dolore, deve farsi forza per poter crescere al meglio suo figlio, Nemo, nato con una pinna atrofica a seguito dell’incidente col barracuda. Marlin, data la disabilità di suo figlio ed il trauma subito si comporta in maniera estremamente protettiva e asfissiante con Nemo, precludendogli esperienze importanti che fanno parte della sua età e di cui ha bisogno per crescere.

Il piccolo, però, tenta in ogni modo di ribellarsi, compiendo anche atti pericolosi e disobbedendo a suo padre che è perennemente in apprensione. Nemo si spinge troppo oltre, avvicinandosi eccessivamente ad un motoscafo, viene catturato da un sub ed entra a far parte del suo triste acquario. L’assenza di Nemo scatena uno spirito d’avventura in Marlin che attraversa chilometri e chilometri di oceano per trovare suo figlio.

Nel percorso, incontra Dori, una simpatica e saggia pesciolina che però ha problemi di memoria a breve termine. La dolce smemorata, però, oltre ad aiutare Merlin nella sua ricerca, fa capire al padre di Nemo che non potrà proteggerlo da ogni cosa ma che deve lasciarlo vivere e rischiare, talvolta. Questo fa riflettere il pesce pagliaccio adulto che comprende gli errori commessi con Nemo.

Contemporaneamente, Nemo si ritrova ad affrontare realtà dapprima ignorate, fatte di tristezza, prigionia e sfide molto più grandi di lui. Il suo interloquire con gli altri pesci dell’acquario sarà di grande aiuto alla crescita e allo sviluppo personale del piccolo Nemo, in particolare per la presenza di Branchia, un pesce vecchio e saggio il cui unico desiderio è rivedere la luce della libertà. A questo punto, Branchia e Nemo attuano un piano dove quest’ultimo è il protagonista, che fallisce miseramente.

Dopo vari tentativi, però, i pesci riescono a tornare in mare e dopo mille peripezie, padre e figlio riescono a riconciliarsi, stavolta con la promessa di un rapporto ed un atteggiamento diverso da parte di entrambi.