Chiunque, prima di iniziare a mettersi a guidare, deve effettuare una visita medica che attesti l’idoneità alla guida. Prima di partecipare ai corsi per conseguire la patente per la prima volta, oppure per rinnovarla, è necessario, dunque, essere in possesso di un certificato anamnestico per la patente. La visita medica per l’ottenimento della licenza di guida non è da considerarsi solo come un obbligo o come solamente una formalità. È un’operazione molto importante che serve per potersi mettere al volante senza impedimenti di alcun tipo.

La visita, che è di tipo medico-legale, non può essere svolta da un medico qualunque e ha lo scopo di accertare le adeguate condizioni psico-motorie adatta a guidare una macchina o una moto. Vediamo, quindi, dove fare la visita per la patente e i costi necessari per il rilascio del certificato.

Dove bisogna effettuare la visita

Gli unici medici autorizzati a rilisciare il certificato anamnestico sono quelli appartenenti al Ministero della Salute, che lavorano presso le Unità Territoriali degli Uffici di Sanità Marittima Aerea e di Frontiera, le quali possono rilasciare anche i certificati per le patenti nautiche.

Per ottenere il certificato anamnestico, quindi, ci sono diversi uffici ai quali puoi recarti:

  • gli uffici dei medici legali del tuo territorio di residenza
  • il Medico sanitario della Polizia di Stato
  • quello dei Vigili del Fuoco oppure anche i medici militari.

Se decidi di recarti presso una delle ASL competenti vicino casa tua, dovrai portare on te alcuni documenti molto importanti da presentare al medico. Nel caso in cui la vostra visita è necessaria per il rinnovo della licenza di guida, dovete necessariamente presentare al medico anche la vecchia patente. Naturalmente bisogna portare anche un proprio documento d’identità valido una fototessera, e le ricevute di un’imposta di bollo e degli altri pagamenti.

Nel caso in cui si portano degli occhiali oppure delle lenti a contatto bisogna presentare un adeguata prescrizione medica dal proprio oculista; la stessa cosa vale se si soffre di diabete mellito, per il quale c’è bisogno di un altro certificato.

Quanto costa il certificato medico per la patente

I costi per il rilascio del certificato anamnestico della patente possono variare in base all’ufficio nel quale si svolge la visita medica. I costi fissi sono quelli della marca da bollo di circa 16 euro e gli altri 9 euro che vanno versati sul Conto Corrente Postale 9001, i quali sono destinati alla Motorizzazione Civile.

A questi costi vanno aggiunti anche quelli della singola visita medica. Se la domanda viene inviata agli uffici del Ministero della Salute il costo sarà di 30 euro da versare sul Conto Corrente dell’USMAF. Se la visita si effettua, invece, in una delle ASL il costo della visita cambia in base alla regione e può andare da un minimo di 20 euro fino ad un massimo di 36. In compenso però non dovrai aspettare molto tempo per ricevere il tuo certificato, che ti verrà consegnato subito dopo la visita, al contrario delle normali prestazioni sanitarie.

Dove fare richiesta per la visita

La visita medica viene effettuata solo su richiesta, pertanto prima di prenotare la visita è necessario consultare la programmazione degli Uffici competenti. La richiesta della visita medica avviene tramite una un apposito modulo che dovrai compilare direttamente nell’ambulatorio dell’Unità Territoriale. Questo documento infatti deve essere compilato con i propri dati anagrafici in presenza del medico o del personale amministrativo.

Oltre alla richiesta, bisogna compilare anche un questionario anamnestico. Nel caso in cui il richiedente fosse un minore, per esempio per coloro che vogliono prendersi il patentino prima del compimento del diciottesimo anno di età, i genitori devono fare la richiesta della visita a nome del proprio figlio.