La radioterapia è una delle principali tecniche che vengono utilizzate nella lotta contro tumori, ad oggi ci sono diverse tecniche che vengono utilizzate.

Le ricerche e gli approfondimenti che vengono fatti su questo tema come quelle del Sergio Lombroso Program; clicca qui per saperne di più, hanno assodato come una delle più importanti sia la Total Body Irradiation(TBI).

Questa tecnica prevede l’irradiazione del paziente con una quantità di dosaggio il più uniforme possibile, andiamo a vedere come funziona.

Come funziona la Total Body Irradiation

La Total Body Irradiation oggi viene usata principalmente per andare a curare tutte le patologie neoplastiche ed ematologiche come: leucemie, linfomi e mielomi.

Questa tecnica si occupa di irradiare tutto il corpo anche se grazie all’evoluzione avuta dalla scienza negli ultimi anni c’ è la possibilità di andare a schermare i polmoni andando a ridurre drasticamente effetti collaterali su questi.

La TBI viene solitamente eseguita con una sola seduta, che prevede un’irradiazione massima che può arrivare ad 8GY.

C’ è la possibilità in alcuni casi che dipendono dal tipo di patologia di erogare anche una potenza maggiore.

In questo caso abbiamo “il frazionamento della dose” che permette di aumentare la tolleranza alle radiazioni dei tessuti sani.

La tecnica di frazionamento che viene usata di più è quella dell’iperfrazionamento che prevede la somministrazione di 2GY al giorno per tre giorni consecutivi.

La dose che deve ricevere il paziente deve essere strutturata con particolare attenzione ed essere il più omogenea possibile anche alla struttura fisica e al tipo di malattia.

Vengono spesso utilizzati dei compensatori come i sacchi di riso che servono per rendere omogenee le aree con minor spessore.

Un altro punto da tenere in considerazione quando di procede alla Total Body Irradiation e la posizione del paziente.

Questo deve stare in posizione comoda e viene utilizzato un supporto in caso di posizione eretta o eventualmente un lettino per quella supina o prona.

Tipologie di TBI

È possibile distinguere due tipi di Total Body Irradiation

TBI Mieloablativa: utilizza delle dosi di Radioterapia ed è svolta con le cellule tumorali che residuano ai trattamenti chemioterapici per prevenire il rigetto del midollo osseo e rendere l’impianto delle cellule emopoietiche

In questo il volume il TBI va a colpire l’intero organismo e viene associato alla chemioterapia.

TBI non Mieloablativa: utilizza delle basi dose e viene usata nel condizionamento di trapianti allogenici in cui avviene un trasferimento delle cellule staminali e nel trasferimento delle cellule staminali