Che cosa significa la famosa frase ‘Non ti curar di loro ma guarda e passa’? Il verso rappresenta la versione popolare citata dall’autore Dante Alighieri all’interno del terzo canto dell’Inferno, parte dell’opera la Divina Commedia. Andiamo ad approfondire insieme tutte le caratteristiche, il significato e le curiosità legate al modo di dire.

Significato e origine del verso popolare

‘Non ti curar di loro ma guarda e passa’ trae origine da un verso popolare, parte del terzo canto dell’Inferno di Dante Alighieri. La frase originale comprende: ‘Non ragioniam di lor, ma guarda e passa’. Con questo verso si sottolinea la necessità di non mostrarsi preoccupati di fronte alle calunnie e delle malvagità ad opera di altre persone, comprese le bassezze che si devono fronteggiare nel corso della vita.

La frase ‘Non ti curar di loro ma guarda e passa’ si associa a differenti modi di dire, ognuno dei quali comprende il medesimo significato sopra spiegato. Il verso è entrato a far parte del gergo popolare, continuando ad essere utilizzato ancora oggi. All’interno della Divina Commedia la frase descrive gli Ignavi protagonisti del terzo canto dell’Inferno.

La citazione originale presente nell’opera dantesca riporta: “Fama di loro il mondo esser non lassa; misericordia e giustizia li sdegna: non ragioniam di lor, ma guarda e passa”. In questo caso Dante Alighieri si riferisce alla descrizione degli Ignavi, personaggi non degni di stima e da sempre incerti nell’assumere una posizione nella vita.

Secondo l’autore gli Ignavi rappresentano i dannati peggiori all’interno dell’opera, condannati proprio per la mancanza di una presa di posizione nel corso della vita che li ha portati ad abbracciare la perdizione del male nel canto dell’Inferno.

Non ti curar di loro ma guarda e passa nel linguaggio comune

‘Non ti curar di loro ma guarda e passa’ viene utilizzato come detto anche nel linguaggio moderno. L’autore Dante Alighieri descrive gli Ignavi come personaggi vili senza arte, né parte. La frase rappresenta uno dei modi di dire più utilizzati contro le malelingue e le calunnie, consigliando di non rispondere alle provocazioni.

Proprio come gli Ignavi descritti da Dante Alighieri il detto si concentra sulle persone indegne, alle quali non rivolgere parola e saluto. Contro tutte le cattiverie e le calunnie ‘Non ti curar di loro ma guarda e passa’ suggerisce la necessità di non dedicare un briciolo del proprio tempo ai vani pettegolezzi e cattiverie. Il modo di dire ha assunto un particolare significato all’interno del nostro gergo popolare.