Lovely Sara

Lovely Sara è un anime prodotto nel 1985 dalla Nippon Animation in Giappone. Questo è uno dei cartoni che fa parte di un progetto più grande della Nippon Animation chiamato World Masterpiece Theater. La storia di Lovely Sara è tratta dal romanzo “La piccola principessa” di Frances Burnett e racconta di tutte le disavventure, che spesso purtroppo vengono portate alle estreme conseguenze, della protagonista ovvero Sara.

Sara è una bambina che appartiene una famiglia molto ricca che viene mandata a studiare in un collegio ed in seguito, rimasta orfana e povera, sarà costretta a lavorare all’interno dell’istituto come una sguattera. Nel 2009 è stato tratto un live-action di 10 puntate che riprende per la gran parte proprio la storia animata.

Trama di Lovely Sara

Sara Morris è la protagonista dell’anime Lovely Sara e ha 10 anni quando il padre decide di ieri di spostarsi dall’India a Londra. Qui Sara dovrà frequentare un collegio femminile proprio per migliorare la sua educazione.

Sara è orfana da parte di madre e quindi ha un rapporto con il padre davvero molto particolare e profondo. Tuttavia il padre, dopo averla lasciata alle cure e all’educazione del collegio, parte per l’India. La bambina cerca di mantenere comunque un contegno, nonostante questo distacco provochi in lei una grandissima disperazione.

Fin da subito la direttrice del collegio che si chiama Miss Minci, riserva a Sara i più grandi privilegi, proprio in virtù del fatto che il padre è molto ricco e anche per l’importanza che la presenza della piccola all’interno del collegio può avere per il nome dell’istituzione.

Fin dal principio Sara dimostra di avere un carattere decisamente affabile e di essere gentile e generosa con tutti, non badando per nulla al rango sociale molto più alto a cui appartiene rispetto ai bambini presenti in orfanotrofio.
Sara dimostra inoltre nel tempo di essere particolarmente bella, raffinata e di avere una grande attitudine scolastica che mette in evidenza le mancanze di Miss Minci e anche della rivale Lavinia. Proprio per questo Miss Minci inizia ad avere rancore nei confronti di Sara. Astio che però deve nascondere proprio per il suo rango e per l’importanza di suo padre.

Tuttavia quando giunge la notizia della morte del padre in modo inaspettato ecco che tutta la cattiveria del direttrice viene a galla e quindi Sara deve subire le angherie di Miss Minci.

Questo Anche perché la ragazzina, oltre a perdere il padre, scopre di essere diventata di fatto nullatenente e rischia di essere cacciata a causa di investimenti poco produttivi che aveva fatto il padre prima di morire e quindi è costretta a diventare la sguattera del collegio in cui è rinchiusa.

Curiosità sul cartone

Lovely Sara è stata distribuita come anime internazionalmente e ha una grande importanza perché affronta il tema del lavoro minorile. Tema che soprattutto nel diciannovesimo secolo, interessava molti paesi industrializzati.

Le terribili condizioni di Sara all’interno del collegio e anche di tutti gli altri protagonisti che si trovano nella sua situazione mette in evidenza il disagio delle classi inferiori della società sicuramente apprezzato sono anche le sigle in italiano la sigla Lovely Sara ha la musica di Giordano Bruno Martelli il testo originale di Alessandra Valeri Manera ed è interpretata da Cristina D’Avena.