La musica rock è un genere musicale abbastanza recente. La sua nascita risale a metà del 1900 e si è evoluta soprattutto nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

La musica rock è conosciuta principalmente per l’utilizzo di chitarre elettriche alle quali si affiancano bassi elettrici e batterie a dettare il tempo ed il ritmo.

Grazie alla nascita del rock gli artisti hanno iniziato ad abbandonare il concetto di “brano singolo”, a favore della creazione di veri e propri LP contenenti varie tracce.

Primi tra tutti ad accostarsi a questo concetto furono i Beatles con il loro iconico batterista Ringo Starr.

Vediamo ora quali sono stati i migliori batteristi nella storia di questo genere musicale.

Ringo Starr, il catalizzatore di tutto ed i suoi successori.

Come abbiamo detto il batterista dei Beatles è stato (come del resto tutta la sua band) il fautore della diffusione in grande scala di questo genere musicale.

Molti batteristi tra i più famosi ad oggi devono la loro carriera all’ispirazione che hanno avuto guardando Ringo suonare dal vivo o nelle prime trasmissioni televisive.

Contestualmente alla fine dei Beatles, nacquero sempre nel Regno Unito, i Led Zeppelin, con il loro iconico batterista John Bonham, ma soprattutto i Queen, con il loro celebre frontman Freddie Mercury, Brian May e John Deacon rispettivamente alla chitarra ed al basso, e Roger Taylor alla batteria. La fama mondiale di questa band, che sicuramente ha cavalcato l’onda del successo dei suoi predecessori ha fatto conoscere questo genere musicale a livello mondiale e affascinare molti ragazzi al suono della batteria.

Per imparare a suonare al meglio questo strumento, che a volte sembra il più semplice di tutti all’interno di una band, è sempre meglio affidarsi a delle persone esperte, come ad esempio a Roma Free Drumming Studio. Clicca qui per maggiori informazioni a riguardo.

Il grande rock degli anni ’80 e ‘90

Questi due decenni hanno visto l’evolversi del rock e la creazione di alcune delle rock band più famose, amate, contraddittorie e discusse di tutti i tempi, nelle quali i loro frontman, ma anche i musicisti che le compongono, sono diventati delle vere e proprie icone per le generazioni che sono cresciute in quegli anni.

Ne sono degli esempi I Nirvana del compianto Kurt Cobain, tra le cui fila dietro i piatti era presente Dave Grohl, uno dei migliori batteristi di questi ultimi decenni e fondatore dei Foo Foghters dopo la fine della sua prima band.

Altri gruppi nati in questi anni che hanno dei veri e propri maestri alla batteria sono i Metallica, con Lars Ulrich e i Red Hot Chili Peppers con Chad Smith, due persone che con il loro percuotere piatti, tamburi e rullanti sono riusciti a creare dei ritmi tra i più accattivanti e orecchiabili e che ancora oggi sono nella memoria di tutti.