Uomo scopre una famiglia di topi che vivono nel suo giardino, gli costruisce un villaggio in miniatura

Uomo scopre una famiglia di topi che vivono nel suo giardino, gli costruisce un villaggio in miniatura

Recentemente, il fotografo Simon Dell si è imbattuto in una famiglia di topi che correvano nel suo giardino. Invece di cercare le trappole, ha tirò fuori i suoi strumenti. Dell ha costruito un villaggio in miniatura  per i topi e lo hanno ripagato posando davanti alla sua macchina fotografica.


“un giorno ero fuori da solo a scattare foto di uccelli nel giardino e avendo appena tagliato l’erba ho notato qualcosa che si muoveva per terra”, ha detto Simon a Bored Panda . “Ho puntato la mia macchina fotografica a terra e sono rimasto scioccato ma molto felice di vedere un piccolo topolino molto carino in piedi proprio come un meerkat nell’erba appena tagliata.”


image


“Sapevo che all’istante sarebbe diventato una star sono tornato di corsa dentro per prendere un paio di noccioline da posare per lui. Seduto lì, ad aspettare, erano passati solo pochi minuti prima che tornasse fuori per i dolcetti. ”





“Fu a quel punto che pensavo di dargli un piccolo rifugio e un posto sicuro dove nascondersi e nutrirsi.”





“Ho avuto un po ‘di esperienza con le foto di animali selvatici e topi dato che avevo anche un altro topo che viveva nel mio capanno da giardino e che usciva solo dopo il tramonto. Era un topo di legno e lo abbiamo chiamato Stuart. ”





“Una volta era un topo singolo, ma se ne andò all’inizio della primavera del 2018, forse per trovare un compagno. Spero che ritorni quest’inverno e forse potrebbe conoscere i nuovi topi nel giardino. ”





“Ci sono tutti i tipi di animali selvatici in giardino. Molte varietà  di uccelli, come storni, passeri domestici, merli, pettirossi e altro ancora. Anche un airone cenerino che ha preso la maggior parte del pesce rosso dai miei stagni. ”





“Abbiamo anche una volpe che ci visita ogni notte e un sacco di ricci e scoiattoli.”




“All’inizio c’era solo un topo. Aveva un taglio nel suo orecchio e noi lo chiamavamo George. Ho accatastato dei piccoli tronchi attorno a una scatola come una casa per il topo e l’ho coperto con muschio e paglia per dargli un piccolo riparo. ”





“Ho visto i gatti seduti a pochi metri dall’altra parte di una recinzione, quindi anche il cumulo di tronchi gli dava un po ‘più di sicurezza.”





“Poi ho montato alcuni recinti lungo la recinzione, quindi non c’era modo che i gatti potessero raggiungere il topo. Ho anche un piccolo cane Jack Russell Terrier in modo che i gatti sappiano di non venire in giardino e il cane non presta attenzione ai topi. ”





“Un paio di giorni dopo, ho notato che ci poteva essere più di un topo nel mucchio di tronchi e non ho atteso molto a lungo” finché entrambi sono usciti per un po ‘di cibo. ”




“Ho deciso di costruire una casa perché volevo dare loro un posto sicuro in giardino per non farli cadere preda di gatti o altri animali. Inoltre, mentre stavo dando da mangiare ai topi, sentivo che era la cosa giusta da fare,  non volevo farli uscire e diventare preda. Essendo un fotografo naturalista, volevo creare un habitat piacevole per ogni foto che avrei scattato. ”





“La prima fase è stata molto semplice e c’è voluta circa un’ora di lavoro. Con l’arrivo di altri topi nei giorni successivi, ho apportato modifiche, aggiungendo più stanze. L’interno della struttura della scatola ha 2-3 entrate e uscite, in modo che possano scappare se necessario. Nel corso delle settimane e dei mesi, il villaggio dei topi è cresciuto costantemente “.





“Ho aggiunto più spazio e l’ho reso pronto per un inverno freddo, dando ai topi la migliore possibilità di sopravvivere. Ho contato circa 5 o più topi e la femmina, Mildred, è   incinta e spero che avremo una grande cucciolata di topolini per Natale. ”





“Sapendo che i topi possono avere fino a 14 cuccioli, potrei costruire molte più stanze nel mucchio di tronchi. Ma ho spazio e non mi dispiace vivere al fianco di piccole creature così simpatiche e molto fotogeniche “.





“I topi sembrano amare le casette di legno e non hanno perso tempo a trasferirsi. Sono animali selvatici, quindi corrono ancora se mi avvicino troppo o si muovono troppo velocemente, ma spesso riesco a sedermi e a seguirli a pochi metri di distanza con lo zoom della macchina fotografica e sembrano felici di entrare e uscire per un seme “.





“Il cibo che do loro è solitamente tutto naturale. Raccolgo  bacche, noci e frutta che crescono spontaneamente proprio sulla strada nella riserva naturale locale della Shire Brook Valley. Dò anche loro lo stesso mix di semi che ho messo sui tavoli degli uccelli insieme a semi di girasole e altri noccioli o noci. Come regalo, do loro un paio di vermi secchi e alcune pastiglie di suet ma cerco di attenermi a un alimentazione sana e naturale. ”





“Mi è sempre piaciuta la fotografia, ma ho posseduto solo una reflex digitale per circa 3 anni, poi ho costruito lentamente il mio kit e aggiornando le telecamere per migliorare le mie capacità e anche per ottenere immagini migliori della fauna selvatica”.





“Un kit migliore e una buona guida dell’obiettivo, ma niente di meglio di imparare a controllare la fotocamera per capire le impostazioni e imparare a capire la natura che stai fotografando. Per aiutarti ad avvicinarti o sapere dove e quando trovare i tuoi soggetti. ”





“I topi sono ancora qui e vivono una vita molto felice. Ora è inverno, quindi le giornate sono più brevi e vengono meno spesso. Una volta che fa buio, può essere difficile vederli. Tuttavia, li vedo uscire durante il giorno per il cibo e il mattino dopo è sempre sparito. Gli do anche una manciata di penne da un vecchio cuscino e lo prendono per rivestire i letti e stare al caldo in queste fredde notti invernali del Regno Unito. ”


Maggiori informazioni: La fotografia di Simon Dell | George the Mouse in una casetta di tronchi


Fonte:www.boredpanda.com


Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews



Aggiunti di recente