Tedua nella giungla di Mowgli: "La trap è la musica cantautorale del 2018"

loading...
loading...
È uscito lo scorso 3 marzo “MOWGLI Il disco della Giungla”, il nuovo album di Tedua, uno dei giovani rapper più amati d'Italia che ha esordito subito al secondo posto della classifica degli album più venduti. Il cantante genovese usa il mito del ragazzo selvaggio per raccontare la giungla urbana: "C'è tanto flusso di coscienza che riguarda ricordi in prima persona e non, di vita vissuta all'interno di quella che è la comunità italiana all'interno delle periferie e anche gli sprazzi di centro, di vita borghese, di insegnamenti, di ambizione e di messaggi" racconta ai microfoni di Fanpage.
 
L'album, che è stato anticipato dai singoli, “La Legge del Più Forte”, certificato disco di platino e “Burnout”, si inserisce nel flusso di album rap che in questi ultimi mesi stanno dominando le varie classifiche. Un album che, spiega Tedua, vuole lanciare un messaggio: "Tutto quello che viene considerato sfigato: se non fumi, non rubi il motorino, se studi sono tutte cazzate, il mondo funziona al contrario: bisogna passare il messaggio che i valori sono fondamentali, poi la musica di intrattenimento e l'esercizio di stile, si permettono di esprimersi in maniera volgare".
 
E proprio per quanto riguarda il rap e la trap Tedua spiega: "In questo periodo storico, quello dei social c'è realmente un grosso incremento di ascolti siamo tutti d'accordo che il rap/tra è la maggiori fonte di comunicazione per i giovani e non ed è forse la musica cantautorale del 2018"

http://youmedia.fanpage.it/video/af/WqbdyuSwk6Hm1koz

Aggiunti di recente