SUDAN: NO AD UN ALTRO GOVERNO MILITARE

SUDAN: NO AD UN ALTRO GOVERNO MILITARE

Fabio Massimo Castaldo EFDD/M5S

Signor Presidente, onorevoli colleghi, dopo trent'anni il Sudan si appresta a voltare pagina, l'impossibile diventa finalmente possibile. Omar al-Bashir, il presidente dittatore ricercato per anni per il genocidio in Darfur è stato finalmente destituito l'11 aprile scorso, ma la caduta del generale avvenuta per mano dell'esercito non ha fermato la mobilitazione popolare.

Troppo forte il senso di beffa dei manifestanti di fronte alla formazione di un esecutivo militare, seppur provvisorio. Troppo grande la paura di ripiombare sotto le grinfie di un regime dispotico come quello di al-Bashir. Le proteste continuano e non si fermeranno, fintantoché non verranno soddisfatte le richieste più che legittime dell'opposizione: transizione immediata a un governo civile, giustizia per i manifestanti uccisi dalla polizia e soprattutto consegna e processo di tutti i leader dell'ex regime per un completo sradicamento del "deep state" di Bashir.

Alla luce di questi eventi, plaudo quindi all'approccio dell'Alto rappresentante. Solo un processo credibile e inclusivo può andare incontro alle aspirazioni del popolo sudanese e realizzare quelle riforme di cui il paese ha bisogno, ma per innescare questo processo è necessario un trasferimento immediato del potere a un governo civile. L'Europa deve garantire che questo passaggio avvenga in modo pacifico, con tutto il nostro peso politico ed economico. Non possiamo permettere che si riconosca un governo militare. Non possiamo permettere che si versi ancora altro sangue innocente.


Seguici su:
Blog: http://www.efdd-m5seuropa.com
Facebook: https://www.facebook.com/5stelleeuropa
Youtube: http://www.youtube.com/user/5stelleeuropa
Twitter: https://twitter.com/5stelleEuropa
Instagram: http://instagram.com/5stelleeuropa
G+: https://plus.google.com/+5stelleeuropa

Produced by EFDD Group www.efdgroup.eu

Aggiunti di recente