Napoli, paziente gay denuncia: "Offeso in ospedale". Il medico: "Tutto inventato, niente scuse"

loading...
loading...
Il dottor Alessandro Sangiovanni risponde alle accuse di aver discriminato un ragazzo gay, suo paziente al Cotugno di Napoli, ma respinge tutto al mittente e nega tutto: "Non ho mai detto nulla, il ragazzo si è inventato tutto". Ma perché avrebbe dovuto inventare? "Beh, perché io gli avevo prescritto riposo sessuale, ovviamente i suoi rapporti sono omesessuali, e lui mi aveva detto che glielo avevo detto a causa del mio orientamento religioso. Oppure forse ha avuto una brutta giornata e per questo mi ha accusato". Le accuse mosse al medico hanno dato luogo a un'inchiesta interna.

http://youmedia.fanpage.it/video/aa/WlfV0-SwfmJucCZ9

Aggiunti di recente