Magnesio. Attenzione alle interazioni ed effetti collaterali con questi farmaci

loading...
loading...
Magnesio. Attenzione alle interazioni ed effetti collaterali con questi farmaci

magnesio interazioni farmaci


Il magnesio è un rimedio naturale che è benefico per molte situazioni di salute ma può causare effetti collaterali ed interazioni negative con i farmaci. Vediamo quindi come evitare di avere effetti negativi dal consumo di magnesio conoscendo quali farmaci e situazioni di salute generano problemi con questo integratore.


In generale raccomando sempre di consultare il proprio medico, a maggior ragione quando si assumono farmaci da lui prescritti. Se nel frattempo hai il dubbio se il magnesio possa fare al caso tuo oppure hai notato degli effetti collaterali, qui potrai trovare delle informazioni molto utili che fanno chiarezza sulle interazioni del magnesio e su quando è meglio evitarlo.


Ci sono tantissime buone ragioni per consumare un integratore di magnesio come spiegato negli articoli


I migliori e i peggiori Integratori di Magnesio. Ecco quale è meglio per te


Ecco cosa accade al tuo corpo quando assimili il Magnesio


eppure è sempre bene conoscere tutti gli aspetti di un integratore, soprattutto quando lo si vuole assumere nel lungo termine.


Farmaci con cui interagisce il Magnesio


Alcuni medicinali possono interagire con il magnesio.



  • Antibiotici amino glucosidi: hanno la capacità di agire sui muscoli. Come sapere se l’antibiotico che consumi è di questo tipo? Controlla i suoi ingredienti, generalmente contengono queste sostanze: amikacina, gentamicina, kanamicina, estreptomicina e tobramicina. Consumato insieme al cloruro può causare tremori o spasmi muscolari.

  • Antibiotici chinoloni: prendere magnesio con alcuni antibiotici può ridurre l’efficacia degli stessi, per questo motivo è meglio prenderli 2 ore prima o da 4 a 6 ore dopo aver consumato il cloruro di magnesio. Ingredienti che puoi trovare in questo tipo di antibiotici: ciprofloxacina, enoxacina, norfloxacina, sparfloxacina, trovafloxacina e grepafloxacina.

  • Antibiotici tetracicline. Il magnesio può attaccarsi alle tetracicline nello stomaco. Questo riduce la quantità di tetracicline che il corpo può assorbire. Prendere il magnesio insieme alle tetracicline potrebbe ridurre l’efficacia delle tetracicline. Per evitare questa interazione, assumere il calcio 2 ore prima o 4 ore dopo l’antibiotico. Alcune tetracicline comprendono demeclociclina (Declomicina), minociclina (Minocin) e tetraciclina (acromicina).

  • Anticoagulanti (ad esempio, warfarin) perché il rischio dei loro effetti collaterali possono essere aumentate di magnesio

  • Bisfosfonati normalmente usati per la prevenzione e il trattamenti di malattie come l’osteoporosi, il cancro con metastasi ossea, cancro al seno e alla prostata. Gli ingredienti in questi medicinali sono: alendronato, etidronato, risedronato e tiludronato.

  • Digossina . La digossina (ad esempio Lanoxin) aiuta il cuore a battere più forte ovvero aumenta la forza e la velocità della contrazione del miocardio. Il magnesio potrebbe ridurre la quantità di digossina assorbita dall’organismo. Riducendo la quantità di digossina assorbita dall’organismo, il magnesio potrebbe ridurne gli effetti.

  • Medicinali per la pressione alta: consumare magnesio con medicinali che regolano la pressione alta potrebbe causare un eccessivo abbassamento.Fai attenzione se i tuoi medicinali contengono questi ingredienti: nifedipina, procardia, verapamil, Isoptin, diltiazem, isradipina, felodipina e amlodipina.

  • Farmaci calcio-antagonisti: Questi farmaci hanno la capacità di interagire con i canali del calcio presenti sul miocardio e sulla muscolatura liscia vasale e vengono impiegati nel trattamento di disturbi e patologie del sistema cardiovascolare, come l’angina pectoris, l’ipertensione e le aritmie cardiache.

  • Diuretici: se consumati insieme al cloruro di magnesio, possono causare un aumento smisurato dei livelli di magnesio nell’organismo.Le sostanze normalmente contenute sono: amilorida, espironolactona e triamtereno.

  • Rilassanti muscolari: se consumi cloruro di magnesio abitualmente e hai qualche dolore muscolare o contrattura e per eliminarla prendi un rilassante, ricordati che il magnesio può aumentare gli effetti collaterali.Possono provocare stati di stanchezza estrema e sonnolenza.

  • Medicinali per regolare la tiroide: consumati con il magnesio possono causare aumenti dei battiti cardiaci, soffocamento e iperattività.

  • Farmaci per il diabete tipo 2. Le Sulfaniluree sono una famiglia di farmaci utilizzata per il trattamento del diabete mellito di tipo 2. La loro azione avviene a livello delle cellule insulari del pancreas, che vengono stimolate a produrre maggiori quantità di insulina.  Alcuni sali di magnesio potrebbero aumentare la quantità di sulfonilurea che il corpo assorbe. Aumentando la quantità di sulfonilurea assorbita dall’organismo, il magnesio potrebbe aumentare il rischio di ipoglicemia in alcuni pazienti. Alcuni agenti delle sulfoniluree includono carbutamide, acetoesammide, clorpropamide, tolbutamide, gliclazide, glibornuride, glyclopyramide e glimepiride.


Integratori che interagiscono con il Magnesio



  • Boro: questo elemento può intervenire nella funzione normale dei reni, riducendo la quantità di urina. Questo fa sì che il magnesio si accumuli nell’organismo, soprattutto nelle donne.

  • Calcio: l’eccesso di calcio nel sangue può causare una riduzione dell’assorbimento di magnesio. Se consumi cloruro di magnesio ogni giorno e vuoi assumere anche il calcio, devi farlo prima di andare a dormire e non tra i pasti, per evitare che interferisca negativamente.

  • Vitamina D: può aumentare la capacità di aumentare l’assorbimento del magnesio nell’organismo. A sua volta il magnesio aumenta l’assorbimento della vitamina D.

  • Zinco: è provato che alte dosi di zinco sembrano ridurre l’assorbimento del magnesio negli uomini, e nelle donne dopo la menopausa sembra aumenti la perdita di magnesio.


Effetti collaterali del magnesio


Il magnesio è uno degli integratori più sicuri e di cui la popolazione ha bisogno. Tuttavia può interagire con i farmaci, come abbiamo visto, e può causare anche effetti collaterali come:

Loading...



  • crampi allo stomaco

  • nausea

  • vomito

  • diarrea

  • perdita di appetito

  • debolezza muscolare

  • difficoltà respiratorie

  • ipotensione

  • confusione mentale

  • battiti cardiaci irregolari.


Si consiglia di consumare il magnesio nelle dosi raccomandate dal proprio terapeuta o riportate sulla confezione. Se si stanno assumendo farmaci consultare il proprio medico per valutare eventuali interazioni.


Puoi conoscere maggiori benefici sul magnesio qui


Quasi tutti siamo carenti di Magnesio – Come capirlo e cosa fare


Riferimenti
Magnesium Interactions – WebMd
Possible Interactions with: Magnesium – University of Maryland Medical Center (UMMC)

Aggiunti di recente