L'offerta di Sesa: "300mila euro in pubblicità ma vi fermate con l'inchiesta sul compost in Veneto"

"Spendiamo tanti soldi sui giornali per convincere della bontà di quello che stiamo facendo" - ci dice Angelo Mandato, il patron veneto di un impero costruito sui rifiuti, in un incontro riservato nel quale viene intavolata un trattativa per un investimento pubblicitario da 300 mila euro sul nostro giornale. Peccato che la generosa offerta arrivi proprio all'indomani della nostra richiesta di intervista ai vertici delle società di Mandato durante un'inchiesta sul compost in Veneto.  Come se non bastasse l'offerta economica ci viene proposta da Fabrizio Ghedin, il responsabile delle relazioni esterne della Sesa, una delle più grandi aziende di compost in Europa. Ghedin però è anche un consulente del Governo, è lo spin doctor di Vannia Gava, la sottosegretaria leghista del Ministro dell'ambiente. Ma le mani della Lega nel fortunato business del compost non finiscono qui. Finanziamenti al partito della Lega di Salvini, senatori leghisti con ruoli dirigenziali nelle società. Tutto ruota intorno alla municipalizzata dei rifiuti di un paesino del Veneto con un giro d’affari da novanta milioni di euro, fondata nel 1995 da Sandro Rossato, un imprenditore veneto arrestato per ‘ndrangheta.
 

- Per iscriverti al canale clicca qui: http://fanpa.ge/9GfiU

- Commenta con noi le ultime notizie, entra in Community: http://fanpa.ge/1Z0tC

Aggiunti di recente