L’ inchiesta di Report li incastra...La vergogna contro Di Maio condividete e informate tutti!

loading...
loading...
L’ inchiesta di Report li incastra...La vergogna contro Di Maio condividete e informate tutti!
Quando Luigi Di Maio chiedeva chiarezza sugli sbarchi, precisamente sulle ONG, è stato attaccato da ogni parte, persino accusato di essere razzista. Giorni fa il programma d’inchiesta “Report” si è occupato proprio di sbarchi e ONG.La giornalista di “Report” si trovava a bordo dell’ Acquarius, nave gestita dalla ONG SOS Mediterranè, con Medici Senza Frontiere a quindici miglia dalla costa libica. La telecamera di Report immortala al largo un gommone carico di migranti, due Rhib ONG e una motovedetta della Guardia Costiera Libica, con loro si vedono anche dei barchini di legno, la giornalista chiede alle persone a bordo chi sono in quei barchini e rispondono pescatori. Pescatori, senza reti e senza canne da pesca, secondo il rapporto dell’ Agenzia Europea Frontex sarebbero “Facilitatori dei trafficanti”.Poi si vede allontanarsi la motovedetta con i barchini. Solo in quella giornata arrivano decine di imbarcazioni cariche di migranti, le ONG ci sono quasi tutte, non c’è invece la Guardia Costiera Italiana come non c’è nessuno di Frontex, c’è solo un elicottero della Missione Militare “Sofia” che ha il compito di fermare trafficanti, sorvola il mare per qualche minuto, poi se ne va.Nel video si vedono saluti tra facilitatori e soccorritori di ONG, nelle immagini delle ONG i barchini dei facilitatori non appaiono mai, un volontario scrive alla giornalista che c’è l’ordine di non riprenderli. Terminati i salvataggi, i facilitatori tornano a prendere i giubbotti salvagente, i trafficanti li rivendono al costo di 200 dollari, ovviamente ai migranti che se lo possono permettere.Tutto ciò avviene davanti agli occhi della motovedetta libica come a volersi assicurare che “la merce”, i migranti, venga consegnata.



image






Aggiunti di recente