Integratori multivitaminici e minerali non apportano alcun beneficio alla nostra salute. Lo studio

Integratori multivitaminici e minerali non apportano alcun beneficio alla nostra salute. Lo studio

Integratori multivitaminici e minerali. Non tutti quelli più usati e più famosi apportano reali benefici per la nostra salute. A dirlo è un nuovo studio, condotto dai ricercatori del St. Michael's Hospital e dell'Università di Toronto.


Esaminando una serie di dati esistenti e di studi effettuati nel periodo compreso tra gennaio 2012 e ottobre 2017, gli scienziati canadesi hanno scoperto che integratori multivitaminici con vitamina D, calcio e vitamina C, ossia quelli più comuni e più usati soprattutto nei periodi di maggiore stanchezza come la primavera, non apportano alcun vantaggio nella prevenzione di malattie cardiovascolari, infarto, ictus o morte prematura.


Generalmente, gli integratori di vitamine e minerali vengono assunti in aggiunta ai nutrienti che si trovano negli alimenti. Gli stessi autori dello studio sono rimasti stupiti dei risultati:



Siamo stati sorpresi nel trovare così pochi effetti positivi degli integratori più comuni che le persone consumano. La nostra revisione ha rilevato che l'utilizzo di multivitaminici, vitamina D, calcio o vitamina C, non è dannoso ma non vi è alcun beneficio apparenteha detto il dottor David Jenkins, autore principale dello studio.



Il team ha esaminato i dati che includevano anche le vitamine A, B1, B2, B3 (niacina), B6, B9 (acido folico), C, D ed E, carotene, calcio, ferro, zinco, magnesio e selenio. Il termine "multivitaminico" nello studio è stato usato per descrivere gli integratori che includono la maggior parte delle vitamine e dei minerali.


Stando ai risultati ottenuti dagli scienziati canadesi, solo l'acido folico e le vitamine del gruppo B possono effettivamente aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e ictus. Ma la vitamina B3 e gli antiossidanti avevano mostrato un effetto negativo, anche se molto piccolo, legato addirittura a un aumento del rischio di morte per una delle cause esaminate.


integratori multivitaminici



Questi risultati suggeriscono che le persone dovrebbero conoscere gli integratori che stanno assumendo e assicurarsi che siano applicabili alle specifiche carenze di vitamine o minerali di cui sono state informate dal loro medico” prosegue Jenkins.



Secondo i ricercatori, la salute si cura a tavola con una dieta sana, ricca di vitamine e minerali.



“Finora, nessuna ricerca sugli integratori ci ha mostrato che sono meglio rispetto all'assunzione di cibi vegetali salutari, come verdure, frutta fresca e frutta secca”.



20 grammi di noci al giorno apportano notevoli benefici alla salute del nostro cuore. Allo stesso modo, altre tipologie di frutta secca possono fornire un valido aiuto nel prevenire o alleviare i disturbi più comuni.


Lo studio è stato pubblicato su The Journal of the American College of Cardiology.


LEGGI anche:



Francesca Mancuso

Aggiunti di recente