Il pm antimafia Di Matteo: "Mafia stringe rapporti con eletti. Inchiesta Fanpage? Serve al Paese"

Sandro Ruotolo intervista per Fanpage.it Nino Di Matteo, il PM del processo di Palermo sulla trattativa tra Stato e  Mafia che da anni vive blindato con il più elevato livello di protezione. Sulle recenti elezioni, il magistrato lancia un monito: "Il momento del voto è un momento importante per stabilire rapporti con il potenziale eletto. L'esperienza, purtroppo, ci porta a pensare e a ritenere che quello che è accaduto da sempre, sia potuto accadere anche ora". Per l'inchiesta Bloody Money di Fanpage.it, Di Matteo ha parole di lode: "Ho visto l'inchiesta e l'ho anche molto apprezzata, perché, nel momento in cui un giornalismo d'inchiesta documenta dei fatti, documenta delle situazioni così preoccupanti, io credo che si tratti di una pagina di giornalismo di quello che servirebbe tanto all'opinione pubblica e al paese." E sui pericoli di una stagione di sangue per la mafia: "Io ritengo che ancora esista uno zoccolo duro di uomini d'onore, molti dei quali detenuti, che non esclude un ritorno allo stragismo."

http://youmedia.fanpage.it/video/aa/WqAaD-Swk6HiLv2p

Aggiunti di recente