IL CONSIGLIO A PORTE CHIUSE CALPESTA IL DIRITTO ALLA TRASPARENZA

IL CONSIGLIO A PORTE CHIUSE CALPESTA IL DIRITTO ALLA TRASPARENZA

Eleonora Evi EFDD/M5S

Signor Presidente, onorevoli colleghi, questa Europa è percepita spesso, troppo spesso, come lontana dai cittadini europei e, parlando con le persone, è evidente come ai loro occhi non sia per nulla chiaro chi decide che cosa, il Parlamento, la Commissione, il Consiglio.

Ed è vero, come hanno detto i colleghi, il Parlamento lavora con un buon grado di trasparenza, mentre invece come possiamo biasimare i cittadini europei? Perché una delle tre istituzioni, il Consiglio, ha sempre lavorato a porte chiuse, ha lavorato a porte chiuse e si comporta proprio come se stesse giocando una partita a poker, a carte coperte.

Il Consiglio lavora quindi in questa maniera e non abbiamo alcuna idea della posizione che tengono i giocatori, no pardon, quindi gli Stati membri. Peccato che su questo tavolo, su quel tavolo, si giochino partite importantissime per il futuro dei cittadini dell'Europa stessa. Tutto questo calpesta i principi di pubblicità e trasparenza e lede il diritto dei cittadini di avere piena conoscenza delle decisioni prese dai loro rappresentanti. Tutto questo non può che svuotare l'idea stessa di Europa.

Mi auguro che questa Europa non sia stata sfigurata in maniera irreversibile e me lo auguro di cuore.

Seguici su:
Blog: http://www.efdd-m5seuropa.com
Facebook: https://www.facebook.com/5stelleeuropa
Youtube: http://www.youtube.com/user/5stelleeuropa
Twitter: https://twitter.com/5stelleEuropa
Instagram: http://instagram.com/5stelleeuropa
G+: https://plus.google.com/+5stelleeuropa

Produced by EFDD Group www.efdgroup.eu

Aggiunti di recente