I Marines sempre un passo avanti anche nella guida remota

I Marines sempre un passo avanti anche nella guida remota

Dal 2017, le unità di fanteria del Corpo dei Marine hanno schierato il Polaris MRZR, un veicolo che può essere utilizzato su ogni tipo di terreno e che può essere trasportato all’interno di elicotteri pesanti (nell'immagine sotto un CH-53E Super Stallion) e convertiplani come gli MV-22 Osprey.


Le scorse settimane la Polaris ha presentato una nuova versione del MRZR, ovvero l’MRZR X, un veicolo che può essere pilotato anche da remoto. A seconda della tipologia di missione che dovrà essere effettuata, sarà possibile decidere come guidare l’MRZR X, con la possibilità, anche, di settare un tracciato e di farlo muovere autonomamente, permettendo ai soldati presenti sul mezzo di svolgere la loro missione con più tranquillità.

Il mezzo è stato progettato tenendo a riferimento i parametri per il bando SMET (Squad Multipurpose Equipment Transport) dell’Esercito statunitense e sviluppato assieme alla Applied Research Associates che ha progettato i kit di applicazioni modulari robotiche che permettono al MRZR X di essere utilizzato senza operatore. Come il predecessore, il Polaris può percorrere 60 miglia (96 chilometri, ndr) in 72 ore e sostenere 1000 libbre (450kg) per ruota, per un carico totale di quasi 2 tonnellate.

L’MRZR è la piattaforma preferita dalle unità di fanteria e dalle forze speciali nel mondo, in quanto facilità l’integrazione e la transizione tra i mezzi a guida umana a quelli a guida remota”, ha commentato su military.com John Olson, vice presidente e amministratore generale dell'azienda.


Il nuovo MRZR X potrà assumere varie configurazioni e ruoli, con la capacità di effettuare rifornimenti di armi e munizioni agli operatori sul campo di battaglia in totale autonomia, così come potrà effettuare missioni di salvataggio ed evacuazione delle vittime, aumentando la sicurezza e la possibilità di sopravvivenza delle truppe.



(foto: Polaris / U.S. Navy)

Aggiunti di recente