Dieta di primavera: come funziona, cosa mangiare e schema menu settimanale

Dieta di primavera: come funziona, cosa mangiare e schema menu settimanale

La dieta di primavera permette di depurarci dagli eccessi dell'inverno e perdere peso con un regime alimentare ipocalorico ma non eccessivamente restrittivo. Ecco in cosa consiste e lo schema tipo del menù settimanale



Torna la primavera e tutti noi sentiamo l’esigenza di depurarci e rimetterci in forma, soprattutto se durante l’inverno abbiamo un po’ esagerato con il cibo. La dieta di primavera promette di venirci in aiuto, ecco in cosa consiste.





Come funziona e in cosa consiste


La dieta di primavera è un regime alimentare ipocalorico, ma non eccessivamente restrittivo finalizzato alla depurazione ma anche al dimagrimento. Generalmente si consiglia di seguirla due settimane o un mese in modo da buttare giù qualche chilo di troppo, a patto però che poi si continui a mangiare in maniera sana ed equilibrata per evitare di riprendere quanto perso in poco tempo (effetto yo-yo).


Si tratta di una dieta che vuole evitare i cibi troppo calorici (di cui potremmo aver abusato nella stagione fredda) a favore invece degli alimenti tipici della primavera, alcuni dei quali dallo spiccato effetto detox e che favoriscono il dimagrimento e la diuresi.
Si sfruttano dunque le proprietà degli alimenti di stagione per affrontare al meglio il momento difficile che possiamo avvertire nel passaggio dall’inverno alla primavera con vantaggi anche per la perdita di peso.


Importante ovviamente anche bere molto (ci si può aiutare con tisane snellenti e diuretiche, estratti di frutta e verdura, acque aromatizzate) e praticare regolare attività fisica. Se si vogliono avere buoni risultati, con questa o con altre diete, è bene infatti agire sullo stile di vita a 360°.


dieta primavera insalata

Cosa mangiare


La dieta di primavera è sostanzialmente una dieta ipocalorica e leggera che inserisce un po’ tutti gli alimenti, prediligendo ovviamente quelli più sani, freschi e di stagione.





Sono consigliati in particolare frutta e verdura dal potere diuretico e depurativo che proprio in questa stagione tornano a popolare le nostre tavole. Ci riferiamo in particolare a:



e alimenti che in realtà sono ancora presenti in questa stagione anche se tipici di altre o coltivati quasi tutto l’anno come spinaci, barbabietole, carciofi e pere. Ottimi anche i germogli e i semi oleosi.


Rimane valido il consiglio di consumare ogni giorno frutta e verdura (almeno 5 porzioni) e più in generale alimenti ricchi di magnesio, potassio, ferro, vitamine, ecc. in grado di contrastare quella sensazione di stanchezza che può prendere il sopravvento durante il cambio di stagione.


Importante assicurarsi anche il giusto apporto di fibre per migliorare la regolarità intestinale e favorire la perdita di peso. Ottimi in questo senso i cereali integrali.


Per quanto riguarda le proteine, questa dieta non esclude nulla, si possono consumare pesce, legumi, carni magre, formaggi freschi e uova.


Per aromatizzare meglio, si consiglia di scegliere le varie spezie ed erbe con l’obiettivo di limitare il sale nelle preparazioni. Come condimento è consigliato l'olio extravergine d’oliva e il succo di limone fresco.


Come bevande, oltre l’acqua, si può prediligere il tè verde, le acque aromatizzate, le spremute e gli estratti di frutta e verdura.


pasta asparagi

Schema e menù settimanale tipo


Vi presentiamo un menù settimanale della dieta di primavera a titolo puramente esemplificativo. Vi consigliamo infatti come sempre di rivolgervi ad un nutrizionista che potrà consigliarvi la dieta migliore per le vostre esigenze.


LUNEDI’


Colazione: yogurt (anche vegetale) con cereali integrali
Pranzo: pasta integrale al sugo, insalata di ravanelli
Cena: zuppa di legumi, carciofi cotti a vapore


MARTEDI’


Colazione: caffellatte con avena integrale e fragole (o altra frutta di stagione)
Pranzo: orzo con asparagi e contorno di agretti con olio e limone
Cena: crema di piselli, petto di tacchino ai ferri con pane integrale


MERCOLEDI’


Colazione: 1 frullato di frutta e fette biscottate integrali
Pranzo: risotto all’ortica e spinaci conditi con olio e limone
Cena: passato di verdura, salmone con patate


GIOVEDI’


Colazione: latte con muesli integrale
Pranzo: carciofi ripieni, barbabietole ripassate e pane integrale
Cena: frittata con spinaci e formaggio magro, pane integrale


VENERDI’


Colazione: frullato di fragole e biscotti integrali
Pranzo: farro con radicchio, formaggio magro e insalata
Cena: bresaola e rughetta, asparagi con olio e limone, pane integrale


SABATO


Colazione: yogurt (anche vegetale) con cereali integrali
Pranzo: cous cous con verdure miste e fagioli (o altri legumi)
Cena: orata al forno con cicoria ripassata, pane integrale


DOMENICA


Colazione: caffellatte con avena integrale e fragole (o altra frutta di stagione)
Pranzo: risotto ai carciofi, ravanelli e un uovo
Cena: polpette vegetali o hamburger vegetali, verdure miste, pane integrale


Spuntini (metà mattina e metà pomeriggio): estratti di frutta e verdura, verdure crude in pinzimonio, centrifughe, frullati, yogurt, gallette di riso o mais, frutta secca.


Controindicazioni


La dieta di primavera non presenta particolari controindicazioni a patto di seguirla per un periodo limitato di tempo. Meglio sempre chiedere consiglio ad un esperto sul quantitativo di cibi effettivamente da inserire che varia in base ad età, peso da perdere e altre caratteristiche specifiche della persona. Se poi avete problematiche di salute, prima di intraprendere una dieta fai da te chiedete sempre consiglio al vostro medico.


Potrebbero interessarvi altre diete come:




Francesca Biagioli

Aggiunti di recente