Betulla: la pianta che cura le infezioni urinarie e le infiammazioni

loading...
loading...
Betulla: la pianta che cura le infezioni urinarie e le infiammazioni
betulla

Betulla, da ottimo diuretico ipotensivo, a potente antinfiammatorio. Ecco come adoperare questa fantastica pianta per eliminare dolori e infezioni


I più la conoscono per le sue proprietà diuretiche, ma i poteri della betulla non si fermano solo a questo. Grazie ai principi attivi in essa contenuti, infatti, si rivela un ottimo antinfiammatorio e antibatterico. Utile per trattare dolori articolari, infezioni urinarie e infiammazioni della pelle. Vediamo insieme come adoperare questa pianta e a quali controindicazioni prestare attenzione.


Betulla origine, composizione e proprietà


Appartenente alla famiglia delle Betulaceae, la betulla è una pianta che predilige climi freddi. Cresce anche in Italia, sopra i 700 metri di altitudine. Le parti medicinali utilizzate sono le foglie, le gemme e la corteccia.

La sua composizione interna è molto ricca. Contiene infatti tannini, oli essenziali con proprietà antisettiche, flavonoidi, saponine triterpeniche, ma anche Vitamina C, acido caffeico e acido betuloretico.


Le sue proprietà


Come abbiamo visto, la betulla è conosciuta soprattutto per le sue proprietà diuretiche, ma viene adoperata anche nel trattamento di altri disturbi. Dalla sindrome premestruale, ad esempio, all’ipertensione, fino all’insufficienza venosa e alla cellulite.


Per stimolare la diuresi viene adoperata soprattutto sotto forma di infusi, estratti e tinture. Questa particolare proprietà le viene conferita dalla presenza di flavonoidi, in particolare dalla quercetina, e dai Sali di potassio.


Betulla come antinfiammatorio e antibatterico per le vie urinarie


La betulla, però, gode anche di proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, che riguardano soprattutto l’apparato urinario. Merito, sembra, del suo contenuto di salicilato di metile, che combatte la formazione di batteri.


Grazie a queste sue proprietà, può essere adoperata nel trattamento della cistite, ad esempio, ma anche per contrastare le infezioni più comuni.


Dicevamo che è anche un ottimo antinfiammatorio. L’acido betulinico che la compone, infatti, può contrastare dolori articolari e artrite. La sua azione antinfiammatoria si esplica anche a livello topico. Se utilizzata sotto orma di olio, infatti, la betulla può combattere eczema, dermatiti e psoriasi, placandone il prurito, ma anche la desquamazione e l’irritazione.



Controindicazioni


Sebbene sia in genere ben tollerata, si sconsiglia l’utilizzo di rimedi a base di betulla a quanti manifestano allergie all’aspirina o, più in generale, ai silicati.


Attenzione anche se si soffre di pressione bassa e se si assumono particolari farmaci, come ad esempio anticoagulanti, diuretici, ipotensivi, antiaggregatori piastrinici. Per questo, prima di assumere qualsiasi rimedio, è sempre meglio confrontarsi con uno specialista.


Il suo uso, infine, è sconsigliato in gravidanza e nei soggetti con insufficienza renale o cardiaca.


Aggiunti di recente