Addestra i cani con strumenti di tortura, le reazioni dei passanti [Esperimento sociale]

Ugo Capolupo si finge addestratore cinofilo dalla mano estremamente pesante, confessando ad altri padroni di cani di aver perso il suo precedente lavoro nel mondo del circo a causa di una legge che ne vieta l’uso degli animali.

Il folle e insensibile addestratore elenca e mostra gli strumenti di tortura che usa per l’addestramento e la correzione di istinti naturali degli indifesi animali, fino a dichiarare la sua sadica passione per il combattimento degli animali.

Come reagiranno gli italiani al tema dell’addestramento violento e il maltrattamento degli animali? Se il cane è il miglior amico dell’uomo è sicuro che l’uomo ricambia sempre questa tenera amicizia? Lo scoprirete soltanto guardando, fino alla fine, questo esperimento sociale.
- addestratore cinofilo: Ugo Capolupo
- cane: Brick
- operatori: Alessandro Gatto, Ilario Masi e Ugo Di Fenza 
- organizzazione: Nelly Tarasco
- musica: Ciro Riccardi con la collaborazione di Paolo Petrella, Dario De Luca e Pietro Santangelo
Uno speciale ringraziamento a Maura Santoro, la mamma di Brick, che ha reso possibile l’esperimento.

Aggiunti di recente